Antonio Emanuele Piedimonte

Alchimia e medicina a Napoli

  • 9788874211708
  • 392 pp.
  • € 23,00

Filosofi e scienziati, libri e alambicchi, ospedali e spezierie, maestri e luminari, musei e conventi, artisti e religiosi: la straordinaria avventura delle arti sanitarie e della chimica farmaceutica a Napoli e nel Regno del Sud. Una passeggiata tra i secoli – dal Cinquecento al Novecento – per incrociare le appassionanti biografie dei principali protagonisti, le storie dei cenacoli segreti, le vicende delle grandi Scuole, i luoghi dove gli antichi insegnamenti si fusero con la tradizione. Un reportage storicogiornalistico che ripercorre le tappe fondamentali dell’alchimia e della medicina all’ombra del Vesuvio conducendo il lettore tra laboratori e corsie per scoprire cosa furono la Spagirica e Iatrochimica, la Quintessenza, la medicina astrologica e la mitica Teriaca, ovvero il farmaco più famoso e longevo della storia che proprio a Napoli era realizzato e venduto. Un’indagine su tutti i singolari rimedi usati per fronteggiare mille patologie, ma soprattutto le terrificanti epidemie (peste e colera su tutte)
che si abbatterono per secoli sulla capitale come una piaga biblica.

Ne deriva un’affascinante epopea da ripercorrere anche riscoprendo gli “scrigni” dimenticati della sanità napoletana, gli antichi ospedali, in primis il cinquecentesco complesso degli “Incurabili” che domina la collina di Caponapoli con i suoi chiostri, i monasteri, la chiesa abbandonata e il gioiello più prezioso di tutti: la splendida Spezieria-Farmacia del Settecento. Insomma, un modo per leggere sotto un’altra luce la storia della città.


Info libro

Collana:
ISBN: 9788874211708
Pagine: 392
Misure: 16x22
Prima edizione: 30-11-2015
Formati: brossura con alette, con foto in bianco e nero
Prezzo: € 23,00

Autore

ANTONIO EMANUELE PIEDIMONTE Napoletano, 50 anni, giornalista professionista, saggista, fotografo. Ha scritto per i principali quotidiani e periodici italiani, tra cui “la Repubblica” e il “Corriere della Sera”. Ha vinto i premi “Cilento”, “Cypraea” e “Fanzago”. Cura seminari sulla comunicazione e il giornalismo alla “Federico II”, e si occupa della comunicazione e delle relazioni esterne per il Museo delle Arti Sanitarie di Napoli. Leggi tutto…


Nella stessa collana