Attilio Wanderlingh

Storia fotografica di Napoli 1939-1944

La storia della città viene indagata per il periodo 1939/1944, a partire cioè da un evento – il secondo conflitto mondiale – che segna una cesura profonda nella storia del novecento. Un evento mondiale è così riproposto su scala locale, privilegiando come fonte documentaria l’immagine fotografica.

La proposta è estremamente interessante perché offre, nell’ambito di un iter cronologico scandito dai mesi e dai giorni e, per il convulso settembre 1943, addirittura dalle ore, molteplici suggestioni che consentono, anche ad un lettore non avvertito, di calarsi nel peculiare clima di quegli anni.

In primo luogo emerge l’evento guerra con la sua configurazione di guerra totale, che per la prima volta coinvolgeva non soltanto i militari, ma anche, e, forse con la medesima intensità, i civili.Il conflitto, con il suo scenario di morte e di distruzione, invadeva il quotidiano.

Ma i morti civili erano più difficili da accettare dei caduti in guerra, a cui in qualche modo aveva abituato la memoria della prima guerra mondiale e dei conflitti coloniali. La morte diventava ravvicinata e inevitabile e si collocava in uno stravolgimento dei ritmi e degli spazi quotidiani, segnato dai bombardamenti, fame, sfollamento.

> guarda la galleria


Info libro

Collana: |
ISBN: 9788874210268
Pagine: 210
Misure: 21x30
Formati: brossura con alette, con fotografie in bianco e nero
Prezzo: € 35,00

Autore

ATTILIO WANDERLINGH è, nel gergo comune, un sessantottino. Fondatore e direttore delle Edizioni Intra Moenia, ogni tanto scrive qualche libro e vive sei mesi all’anno in Africa per continuare a illudersi di fare qualcosa di utile.



Nella stessa collana