Francesco Romanetti

Non siamo noi che andremo all’inferno

In questo libro ci sono innocenti e colpevoli, ladri e puttane, rom in rivolta e bambini dell’asilo, assassini e padri di famiglia. Si parla di un criminale di nome George W. Bush, delle ragazze dell’Olgettina, di Auschwitz, di un lungo sogno di Hugo Chavez e dell’inverno russo del 1942, mentre in più di una pagina compare perfino Gesù Cristo. Le “ballate” di Francesco Romanetti intendono recuperare il diritto ad una parola forte, esplicita nella sua nuda semplicità, che per non lasciare equivoci ricorre anche alla reiterazione e all’allitterazione. Questa “poesia della concretezza” racconta anche il passato, ma rifiutando ogni forma di nostalgia: perché non rinuncia a schierarsi nel presente e a giudicarlo.

Premio Pascoli – Opera Prima 2014


Info libro

Collana:
ISBN: 9788874211463
Pagine: 160
Misure: 11,5x20
Prima edizione: 2013
Formati: brossura
Prezzo: € 10,00

Autore

FRANCESCO ROMANETTI è nato a Roma. Vive a Napoli da molti anni, dove lavora nella redazione culturale del “Mattino”.



Nella stessa collana